Home Tutela Ambientale La nuova legge europea sul ripristino della natura: obiettivi e punti salienti

La nuova legge europea sul ripristino della natura: obiettivi e punti salienti

da D. De Stefano
0 commento

 

Finalmente! Il Parlamento europeo ha approvato la legge sul ripristino della natura, un passo avanti fondamentale per la biodiversità e la salute del nostro pianeta. L’obiettivo è ambizioso: ripristinare almeno il 20% delle zone terrestri e marine dell’UE entro il 2030 e tutti gli ecosistemi entro il 2050.

Cosa significa? In parole semplici, ci saranno più foreste, fiumi liberi, praterie e zone umide. La legge si applica a tutti gli Stati membri e include diverse misure per raggiungere gli obiettivi prefissati:

  • Piani nazionali di ripristino: ogni paese dovrà elaborare un piano dettagliato per ripristinare gli ecosistemi degradati.
  • Indicatori per monitorare i progressi: saranno utilizzati diversi indicatori per monitorare l’avanzamento del ripristino in diversi ecosistemi.
  • Misure per migliorare la biodiversità negli ecosistemi agricoli: la legge include misure per aumentare la biodiversità nelle aree agricole, come la creazione di prati fioriti e l’utilizzo di pesticidi e fertilizzanti più sostenibili.
  • Riumidificazione delle torbiere: la legge prevede la riumidificazione di almeno il 30% delle torbiere drenate entro il 2030, una misura importante per ridurre le emissioni di gas serra e migliorare la qualità dell’acqua.
  • Piantiamo alberi! La legge prevede la piantumazione di tre miliardi di nuovi alberi, un contributo importante per la lotta contro il cambiamento climatico e la creazione di nuovi habitat per la fauna selvatica.

Perché è importante? La crisi di biodiversità è una minaccia seria per il nostro pianeta e per il nostro benessere. Il ripristino degli ecosistemi degradati è fondamentale per contrastare questa minaccia e per creare un futuro più sostenibile. La legge sul ripristino della natura è un passo importante nella giusta direzione.

Cosa possiamo fare? Tutti noi possiamo fare la nostra parte per contribuire al ripristino della natura. Ecco alcuni esempi:

  • Piantare alberi: possiamo piantare alberi nel nostro giardino o in un parco pubblico.
  • Ridurre il nostro consumo di carne: la produzione di carne è una delle principali cause della deforestazione e della perdita di biodiversità.
  • Acquistare prodotti biologici: i prodotti biologici sono coltivati senza l’utilizzo di pesticidi e fertilizzanti chimici, che danneggiano l’ambiente.
  • Sostenere le organizzazioni che si occupano della protezione della natura: possiamo donare denaro o il nostro tempo a queste organizzazioni.

Insieme possiamo fare la differenza! La legge sul ripristino della natura è un’occasione importante per l’Europa per dare un esempio al resto del mondo e per costruire un futuro più sostenibile per tutti.

Condividi questo articolo sui tuoi social media per sensibilizzare i tuoi amici e familiari sull’importanza di questa legge!

Fonte ufficiale : Via libera alle leggi per il ripristino della natura



Leggi anche

Lascia un Commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione intenderemo che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta