Home Tutela Ambientale Ministero della Transizione Ecologica e solidale, scopriamo a cosa serve

Ministero della Transizione Ecologica e solidale, scopriamo a cosa serve

da fondali_admin
0 commento
blank

In Italia nasce il Ministero della transizione ecologica e solidale, ma cosa significa? quali sono le sue funzioni? Cosa chiede l’Europa? Cerchiamo di vederci chiaro.

In nuovo presidente del Consiglio Mario Draghi ha dichiarato l’istituzione del nuovo Ministero della transizione ecologica, affidando l’incarico al neo eletto Ministro Roberto Cingolani del M5S.

Nei giorni scorsi l’ex Ministro dell’ambiente Sergio Costa ha deposto il suo mandato, dopo oltre due anni di attività.

Fra le azioni di maggiore spicco ricordiamo il Decreto Salva Mare, che consente il recupero di materiale plastico , contribuendo alla salvaguardia degli ecosistemi marni.

Va ricordato che in questi ultimi due anni il Ministero dell’ambiente ha svolto numerose azioni a sostegno del patrimonio naturalistico Italiano. Mai come prima l’Italia era stata cosi accorta alle tematiche ambientaliste.

Il neo Governo Draghi ha permesso di ripartire proprio dall’ambiente, al quale sarà dedicato un’alta percentuale di investimenti , anche grazie ai fondi del Recovery Found.

Ma cos’è il Ministero della transizione Ecologica e Solidale?

Esiste già in Spagna e in Francia ed è in linea con il profilo di riconversione energetica dea Comunità Europea.

In Francia

Esiste ia dal 1971 a è stato riconvertito con la nuova nomenclatura “Ministero della transizione Ecologica” nel recente passato. Ha la funzione di gestire le politiche di protezione ambientale, di trasposti ed energia, prevenzione dei rischi naturali, sicurezza industriale, dei trasposti delle infrastrutture.

In Spagna

Un po diversa la situazione in Penisola Iberica, dove il Ministero ha l’obbiettivo di creare una legge sui cambiamenti climatici ed elaborare un piano energetico decennale per ridurre del 20 % le emissioni di gas serra.

Ma quale sarebbe la funzione del Ministero della transizione ecologica in Italia?

Fortemente chiesto da Beppe Grillo del M5S, viene anche definito come “Super Ministero” capace di fondere varie competente: trasposti, energia, ambiente e sviluppo economico.

Il Ministero della transizione ecologica è stato oggetto di discussione fra Draghi e le principali associazioni nazionali ambientaliste .

Donatella Bianchi , presidente di WWF Italia, ha dichiarato : “Ci auguriamo che si acceleri quel processo che ci allinei con le indicazioni Europee, in merito all’utilizzo dei fondi alla Next GenerationEU. Siamo rimasti favorevolmente colpiti dalla centralità della questione ambientale manifestata dal nuovo governo.”

 Una nuova Politica in linea con il modello Green New Deal

La “transizione al verde”,  prevede numerosi investimenti per il passaggio  dal carbon fossile all’energia alternativa.

Per favorire questa transizione sono necessarie opere che coinvolgono diversi ambiti della società, fra questi i più importati sono la comunicazione e i trasporti, oltre allo sforzo da parte degli imprenditori che con l’aiuto del governo, dovranno rispettate i canoni di efficienza energetica e riconversione industriale.

Ne consegue che il nuovo Ministero debba avere la capacità di adattarsi rapidamente a questo nuovo profilo sociale ed economico.

Il “Super Ministero” sarà all’altezza del compito?

Ovviamente è presto per dare una risposta ma l’Europa ci chiede di affrettare i tempi, come ribadito anche da Donatella Bianchi : ” Siamo in ritardo sulla tabella di marcia Europea in merito al concetto di riconversione energetica, non possiamo più farci trovare impreparati”.

Comincia quindi un nuovo percorso politico, i cui presupposti lasciano sperare ad un futuro green che oltre a garantire una migliore gestione delle risorse naturali , dovrebbe anche favorire nuove opportunità imprenditoriali.

Le associazioni ambientaliste scese in campo per dialogare con il Governo, sembrano manifestare ottimismo, a noi non resta che attendere i primi risconti.

 

 

 

Leggi anche

Lascia un Commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione intenderemo che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta