Home In Evidenza “Vieni avanti Gretina”, gli sponsor di Libero disdicono i contratti

“Vieni avanti Gretina”, gli sponsor di Libero disdicono i contratti

da fondali_admin
0 commento

Gli sponsor del giornale prendono le distanze dalla politica aziendale di Libero.

 

Libero titola : “Vieni avanti Gretina, la rompipalle va dal Papa”, rivolgendosi a Greta Thunberg, la ragazzina di 16 anni con la sindrome di Asperger, che negli ultimi mesi sta conducendo una importante campagna di sensibilizzazione, contro i cambiamenti climatici a livello globale.

Il titolo ha suscitato indignazione tanto che l’organizzazione che sostiene Greta, ha invitato i sui sostenitori a contattare uno degli gli sponsor del giornale, con la seguente mail per chiedere spiegazioni;

“Cara SPAZZOLIFICIO PIAVE S.P.A. Visto che la vostra pubblicità finanzia la denigrazione di Greta Thunberg, presumo che negate anche la scienza dell’IPCC riguardo il riscaldamento globale. Perché dovremmo comprare prodotti da un’azienda che finanza l’odio e nega la scienza? Con i miei più sentiti auguri di Pasqua”

In poche ore la casella della mail aziendale è stata letteralmente intasata da migliaia di lettere di protesta.

La risposta dello spazzolificio non si è fatta attendere:

“Buongiorno,

siamo molto dispiaciuti di aver irritato diverse persone per la pubblicazione pubblicitaria sul quotidiano Libero. Nelle proposte pubblicitarie purtroppo non ci viene detto prima cosa scriveranno i giornali e noi non siamo per niente coinvolti con i temi trattati dai network, non è compito nostro entrare nel merito della condivisione o no dei temi.

Noi facciamo articoli dell’igiene orale tutti made in Italy, siamo una piccola azienda famigliare dove mettiamo la passione per un lavoro che speriamo continui in una tradizione italiana e molto attenti al consumo di plastica, infatti il nostro prodotto di punta è lo spazzolino in argento antibatterico intercambiabile, il manico dura diversi anni e si cambiano solo le testine, 92% di risparmio di plastica.

Vi ringraziamo ancora della nota che ci avete mandato e chiediamo scusa del disagio e speriamo che abbiate capito che con questi difficili e terribili temi non abbiamo nulla in comune se non lo stesso vostro disappunto.

Cordiali saluti
Federico Zecchin
President”

Secondo alcune fonti pare che gli sponsor che sostengono il giornale stiano disdicendo i contratti, non solo come segnale di protesta ma anche con l’intento di non essere più coinvolti in sgradevoli episodi che macchiano la loro immagine.

Crediamo sia estremamente grave che un giornale nazionale come Libero, abbia ritenuto opportuno offendere una ragazza di 16 anni con la sindrome di Asperger, al solo scopo di vendere qualche copia in più.

Posto che uno dei più efficaci strumenti per la lotta ai cambiamenti climatici sia la corretta informazione, rimaniamo stupiti dal fatto che certi giornalisti siano cosi meschini. La salute del pianeta è nelle nostre mani, peccato sprecare l’opportunità di migliorare le cose per qualche spicciolo in più.

 

Leggi anche

Lascia un Commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione intenderemo che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta