Home Spiagge Campania Perché il mare è salato? Pillole di mare [Parte II]

Perché il mare è salato? Pillole di mare [Parte II]

da fondali_admin
0 commento
blank
blank
Dopo la prima parte di “pillole di mare!” arriviamo oggi alla seconda, perché a volte sono le risposte alle domande più semplici quelle che ci stupiscono di più.
QUANTI TENTACOLI HA UN POLPO? Il polpo ha otto tentacoli, mentre i calamari e le seppie ne hanno dieci. I tentacoli di questi cefalopodi sono muniti di ventose uncinate per catturare le prede, per difendersi e per spostarsi; alcuni polpi mimetici utilizzano i tentacoli e il corpo per imitare la forma di altri animali. Se recisi, i tentacoli possono rigenerarsi.

CHE COS’È IL POMODORO DI MARE? Alcune attinie, quando sono chiuse e con i tentacoli completamente retratti, assomigliano ad un pomodoro, sia nella forma che per il colore. Sono in realtà anemoni che hanno lunghi tentacoli urticanti, con i quali catturano le prede per poi portarle e digerirle nella loro cavità digestiva.
QUAL È IL GRANCHIO PIÙ GRANDE? Il granchio più grande è il granchio del Giappone. Raggiunge, con il suo carapace, 38 cm di lunghezza e, con le zampe, può raggiungere 4 metri di apertura. Il peso arriva sino a 20 kg e man mano che si sviluppa, deve compiere numerose mute per sostituire la vecchia corazza con quella nuova e più grande. Il periodo della muta coincide con quello degli accoppiamenti.
CHE COSA SONO LE CONCHIGLIE? Sono delle costruzioni calcaree che proteggono il corpo molle di alcuni animali marini, come i molluschi. Solitamente la conchiglia è formata da tre strati: l’ipostraco, cioè la parte interna,, l’ostraco, cioè lo strato intermedio e il periostraco o strato esterno, dai colori più vari. Quando l’animale muore, la conchiglia vuota viene spesso utilizzata da altri animali, solitamente adatti alla dimensione della conchiglia stessa. I paguri sono tra gli animali più simpatici che possiamo trovare all’interno delle conchiglie.
QUANTI SONO I MARI D’ITALIA? I principali mari che circondano l’Italia sono quattro: il mar Ligure, il Tirreno, l’Adriatico e lo Ionio.
CHE COS’È UN MARE INTERNO? È un mare che è circondato da terre e che comunica con l’Oceano da strette aperture, attraverso le quali è possibile il rimescolamento delle acquee. Il nostro mar Mediterraneo comunica con l ‘Oceano Atlantico attraverso lo Stretto di Gibilterra.
PERCHÉ IL MARE È SALATO? Milioni di anni di attività idrotermale lungo le dorsali oceaniche (ovvero le grandi montagne vulcaniche sottomarine) hanno rilasciato negli oceani enormi quantità di sali minerali, che gli organismi come plancton e conchiglie hanno utilizzato ed utilizzano per poi restituirli al mare dopo la loro morte. Molti affermano che i sali provengono dall’attività dei grandi fiumi, che hanno eroso e catturato i sali dalle rocce, per poi riversarli in mare. In realtà l’acqua dei fiumi contiene pochissimi sali rispetto al mare; inoltre essi influenzano la salinità del mare solo localmente, contribuendo ad addolcire e non ad aumentare la salinità delle acque del mare. Alcuni mari sono più salati di altri, per esempio l’Adriatico è più salato del Tirreno.

DI CHE COLORE È IL MARE? Solitamente il colore del mare è blu o azzurro, ma è semplicemente il cielo che è riflesso dal mare. L’acqua assorbe la luce del sole in un modo particolare e complicato. A volte appare verde; questo dipende dal fondale e dalle microscopiche alghe in sospensione; oppure appare scuro e, questo, accade quando il fondale è fangoso, come il mar Morto; o ancora può sembrare rossastro, come nel caso del mar Rosso; esso ospita delle alghe, particolari che rilasciano dei pigmenti rossastri. Per questo, a volte, l’acqua assume tale colorazione.
Seguici su facebook clicca qui
clicca Mi Piace

Leggi anche

Lascia un Commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione intenderemo che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta