Spiagge Ischia: “Alla conquista della libertà perduta”, turisti si immergono per scampare ai controlli

Ischia ha mantenuto la promessa organizzando in questo modo le numerose spiagge libere, posizionando paletti con postazione ombrelloni e cartellonistica abbinata.

Purtroppo però c’è da dire che dopo le 9 del mattino le spiagge risultano SOLD OUT e lo stesso numero di persone presenti in spiaggia, vaga invano in giro sui lungomari con borse, ombrellone e spesso passeggino alla ricerca di una postazione libera.
Inutile dire che la ricerca trovi una soluzione presso un lido privato a 15-20€ per mezza giornata, perché così non è! Questi ultimi sono completamente pieni con abbonamenti settimanali o mensili che danno speranza solo di primo mattino se l’aggiudicatario dovesse avvisare dell’eventuale assenza giornaliera.
Risultato? Sulle spiaggie libere si accalcano intere famiglie anche di “lontana appartenenza” sul singolo posto ombrellone e che, al passaggio della vigilanza, si riversano in gruppo in mare anche se ancora con la frittata di maccheroni in mano!
Settimana di ferragosto di terrore qui sull’isola d’Ischia, una delle meglio organizzate della Campania. E altrove, come vanno le cose?
a cura di …granchietto N°3

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *