Addio ricci di mare, rischio estinzione a causa del riscaldamento del mare

Addio ricci di mare – L’istituto di ricerca di Israele ha effettuato uno studio sul fenomeno dei ricci di mare, rilevando un’allarmante riduzione di unità a causa dell’inquinamento e dell’innalzamento della temperatura media del mediterraneo.

(leggi dalla fonte ufficiale (la gazzetta del mezzogiorno )

Gli studiosi, confrontando le serie storiche delle rilevazioni, hanno appurato che nella zona est del Mediterraneo (proprio davanti alle coste libanesi e israeliane) la temperatura del mare è aumentata di 3 gradi Celsius, creando un forte stress alla capacità riproduttiva di questi esserini.

Al clima pazzo bisogna aggiungere che pure gli inquinati hanno un peso nell’alterare l’habitat costiero.

E, come se tutto ciò non bastasse, stando agli scienziati, il colpo di grazia ai ricci di mare lo danno alcune specie «invasive» di pesci che divorano proprio le alghe di cui si nutrono i ricci. In pratica: è in corso una silenziosa estinzione. 

Soluzioni possibili?

Stando a quanto dichiarato da Erez Yeruham, sulla rivista scientifica Acquaculture : “In Israele se ne contavano 10 esemplari in ogni metro quadrato delle secche marine, ora è invece quasi impossibile trovarli”

 

Una soluzione sarebbe quella di ridurre la pesca se non addirittura dichiarare illegale la commercializzazione di questo animale, che rappresenta la base della catena alimentare dell’ecosistema marino.

 

 

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *