Castellammare- Sequestrate 3 tonnellate di pesce in cattive condizioni

Nell’ambito dello svolgimento dell’operazione nazionale “MERCATO GLOBALE, coordinata dall’Ammiraglio Ispettore (CP) Pietro Giuseppe VELLA -Direttore Marittimo della Campania- il personale della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia ha eseguito su tutto il territorio di giurisdizione controlli su tutta la filiera ittrica, finalizzati alla tutela della salute del consumatore, con particolare attenzione al rispetto della normativa sulla tracciabilità del prodotto, sulle norme sanitarie di conservazione e commercializzazione e somministrazione dei prodotti ittici.

 

Nel corso di una serrata attività di controlli di polizia sia via mare che via terra, il personale della Guardia Costiera Stabiese e degli Uffici territoriali distribuiti lungo la Penisola Sorrentina ha proceduto a controllare oltre 40 attività commerciali (comprese unità da pesca) tra pescherie e ristoranti, grazie anche alla collaborazione del personale del servizio Veterinario – Asl Napoli 3 SUD. Controlli da Massa Lubrense a Torre Annunziata e nei paesi dell’entroterra.

Sono stati inoltre effettuati alcuni posti di blocco notturni su tutto il territorio dei comuni di Castellammare di Stabia, Pompei, Torre Annunziata e nella penisola Sorrentina che ha permesso di effettuare numerosi controlli ad automezzi commerciali.

Nel porto di Castellammare di Stabia il personale del battello veloce A56 ha individuato e sequestrato una reta di circa 200 metri abusivamente posizionata nell’ambito portuale con pericolo anche per la sicurezza della navigazione.

Complessivamente sono stati elevati n. 30 verbali amministrativi per un importo totale di circa 40mila euro, oltre al sequestro di oltre 3 (tre) Tonnellate di prodotto ittico prive di qualsivoglia documento di tracciabilità.

Per saperne di più clicca qui: stabiachannel.it

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *