Arrivederci! Il saluto dei Volontari di Progetto M.A.R.E.

Ieri sera i volontari di progetto MARE hanno salutato i cittadini, ringraziando per l’ospitalità ed illustrando i risultati del loro prezioso lavoro.

Progetto Mare nasce con lo scopo  di diffondere informazioni sulla tutela dei nostri mari con attività messe in campo da aree marine protette, in particolare l’AMP Punta Campanella, e da organizzazioni o singole persone che si preoccupano degli impatti dell’uomo sugli ecosistemi marini e terrestri.

Cos’è Project M.A.R.E.?

Il progetto M.A.R.E. nasce per supportare le attività di conservazione dell’AMP Punta Campanella grazie al coinvolgimento di giovani attivista da tutta Europa e oltre, che lavorano incessantemente, per 9 mesi, alla definizone e alla pratica di iniziative sostenibili da svolgere a contatto con la natura.
“La principale attività del progetto viene svolta presso la Baia di Ieranto nell’ambito del progetto “La Baia in Fondo al Sentiero” promosso dall’AMP Punta Campanella in collaborazione con il FAI e con l’Associazione MAREA Outdoors. Qui i volontari sono impegnati in attività come monitoraggio e presidio della Baia, raccolta dati sulle presenze turistiche, monitoraggio della pesca illegale.
Ieri sera i volontari hanno illustrato i risultati del loro lavoro, sottolineando l’importanza del monitoraggio dei fondali marini, come strumento di difesa del patrimonio biologico della nostra costa e del mare.
Va evidenziato il prezioso contributo del dott. Domenico sgambati, coordinatore ed ideatore del progetto.

Cucina etnica e canti popolari 

Gli ospiti della serata hanno potuto apprezzare i sapori delle pietanze preparate dai volontari provenienti da vari paesi del mondo, la festa si è poi conclusa con una performance canora.
All’evento ha contribuito Lisa Foglia con la realizzazione di un tappeto di plastica realizzato con tappi di bottiglia ed altro materiale, raffigurante il logo del progetto MARE.

Per rimanere sempre aggiornato su eventi e iniziative di tutela ambientale segui la nostra pagina Facebook, clicca qui

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *