Napoli Cop21, dal 2 al 5 dicembre per la protezione dell’ambiente marino e costiero del Mediterraneo

Si terrà a Napoli, dal 2 al 5 dicembre 2019, la 21ª Conferenza delle Parti aderenti alla Convenzione di Barcellona per la protezione dell’ambiente marino e delle regioni costiere del Mediterraneo.

All’ appuntamento di Napoli, cuore del Mediterraneo, si punterà a portare un contributo concreto in tema di cambiamenti climatici, blue economy, biodiversità ed inquinamento marino.

La COP21 fornirà indicazioni strategiche per la preparazione della prossima strategia a medio termine UNEP/MAP, considerando il contesto globale che comprende:
– l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile,
– la Convenzione delle Nazioni Unite sulla diversità biologica ed il Quadro globale sulla biodiversità post 2020,
– la Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sul processo di cambiamento climatico e l’attuazione dell’accordo di Parigi,
– l’attuazione della Convenzione delle Nazioni Unite sulla lotta alla desertificazione,
– le Risoluzioni dell’Assemblea delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEA) ed altri processi globali.

Particolare attenzione sarà rivolta alla gestione integrata delle zone costiere, pianificazione dello spazio marino e turismo sostenibile.

Programma eventi

Lunedì 2 dicembre ci sarà una mattinata all’insegna della partecipazione e della tutela del territorio durante la prima giornata della Cop21 di Napoli.

Ripuliremo dai rifiuti e riqualificheremo insieme agli alunni delle scuole del territorio e dei volontari la spiaggia di vicoletto Municipio (nei pressi della biblioteca Labriola) nel quartiere di Napoli est San Giovanni a Teduccio.Green Tech Solution presenterà una tecnologia innovativa per la pulizia delle acque con l’identificazione ed il recupero automatico della plastica galleggiante attraverso l’utilizzo di robot aerei e marini.

Anche il WWF Italia partecipa all’iniziativa per sollecitare i governi dei Paesi del mediterraneo contraenti la Convenzione di Barcellona a darne concreta attuazione e tutelare efficacemente il nostro mare.

Nella mattinata si svolgerà anche un’operazione dimostrativa di rimozione del marine litter su uno straordinario Ecosistema Marino, il Banco di San Giovanni, condotta dalla Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli (SZN) e la Fondazione Dohrn in collaborazione con il WWF

All’incontro interverrà il ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

All’azione prenderanno parte Prendi 3, CSI Gaiola Onlus, Zero Waste Italy, Cleanap, K MARIN.

L’evento è promosso da Connect4Climate con il sostegno di Cop21 – Napoli, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, UN Environment Programme, Let’s do It! Italy, Regione Campania, Comune di Napoli.

l 3 dicembre alle 19 ci sarà l’evento #savethemediterranean Musica per l’Ambiente presso Made in Cloister (piazza Enrico De Nicola, 48). Il dj set a cura di Samuel dei Subsonica sarà supportato dai musicisti di Napoli Segreta. Già attivo nella salvaguardia della natura il cantautore stimolerà un cambiamento positivo attraverso la musica. L’evento è su prenotazione sulla piattaforma EventBrite.

Un altro appuntamento avrà luogo mercoledì 4 dicembre dalle 17 alle 19 al Nest (Napoli est teatro) sito in via Bernardino Martirano 14 nel quartiere di San Giovanni a Teduccio. All’evento Artisti per l’Ambiente si esibirà il gruppo musicale Cosmorama, mentre l’attore Adriano Pantaleo porterà in scena un monologo sull’ambiente supportato dalle musiche della compagnia teatrale del Nest.

Al termine ci sarà un dibattito con il ministro dell’Ambiente Sergio Costa. In contemporanea all’esterno del teatro saranno visitabili la mostra fotografica SubScatti a cura di Fondali Campania e lo stand di Poesie Metropolitane.

Segui pagina Facebook degli eventi, clicca qui

 

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *