Domenica 17 novembre il Tappeto multi materiale , a cura di Lisa Foglia

In occasione della III Edizione della Mostra Fotografica SubScatti 2019, domenica 18 novembre 2019 l’Ass. Fondalicampania presenterà l’atelier ambientalista.

Il Bene che trionfa sul Male vuole essere un monito di speranza verso la salvaguardia del Mare. Particolarmente indirizzato ai giovani, i futuri uomini del domani, perché  attraverso la creatività  essi possano trovare divertente anche l’ impegno alla tutela del mare, un tema cosa serio e scottante .

 

Tappeto multimateriale Opera collettiva rappresentativa dell’attuale rapporto tra l’uomo e la plastica che parte dal legame che ha unito questo materiale allo sviluppo della società  contemporanea e alle abitudini della

collettività  e degli individui e che adesso invece siamo costretti a fare scomparire come ammasso di roba accumulatosi in ogni dove, tra cui l’agglomerazione coatta della più grande opera artificiale mai costruita, la pù

grande improvvisazione ingegneristica maiconcepita (l’isola di plastica Pacific trash Vortex ).

Senza vantare alcuna ipotesi di soluzione al grande dramma, attraverso la proposta di laboratorio si vuole sensibilizzare i giovaniad una crescente e fattiva collaborazione alla salvaguardia

dell’ambiente e nello specifico del mare.

Prendendo spunto dalla Mitologia Greca nasce l’idea di rappresentare una scena di combattimento tra un Mostro marino dalle sembianze di una gigantesca Medusa, grande agglomerato di plastica (fascinosa

e ingannevole nelle sue forme e colori) e le tante braccia degli operatori volontari che si adoperano incessantemente per tentare di ripulire il mare dai tanti rifiuti rappresentati da Onde Marine realizzate con i blue jeans

dismessi.

I partecipanti saranno invitati ad offrire il loro contributo creativo seguendo le specifiche linee guida suggerite, e utilizzando il materiale che troveranno in loco (tessuti, sale marino e plastiche riciclate di varie forme colori

e dimensioni) saranno stimolati a mettersi in gioco con la loro fantasia e creatività  alla scoperta del piacere di improvvisare…. Si sa dall’improvvisazione spesso nascono grandi cose e se non sono cose certamente

producono emozioni.

Il fine dei nostri laboratori vuole essere coinvolgere i ragazzientusiasmandoli ed emozionandoli. Spesso l’emozione  uno strumento eloquente e significativo molto più di mille parole ferrate sul tema.

 

Laboratorio ideato e diretto:

Lisa Foglia insegnante di yoga, educatrice e ambientalista per

vocazione

Assistenti di laboratorio:

Camilla Venanzio,studentessa artista pittrice

Etienne Hoarau,studente ProjectMare Erasmus

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *