ARPAC, dati sulla balneabilità nel mese di Luglio, il turismo incontrollato fra le cause dell’inquinamento

Sono già più di duecento i campioni  acqua di mare che ARPAC ha prelevato nel corso di questi primi 15 giorni del mese di Luglio, 1500 dall’inizio di Aprile.

li esiti analitici dei parametri microbiologi indicatori di contaminazione fecale (Escherichia coli ed Enterococchi intestinali), questo mese hanno mostrato superamenti dei valori minimi imposti dalla legge.

Diversi divieti di balneazione temporanea in alcuni tratti di mare, hanno interessato la provincia di Napoli, fra questi Monte di Procida, Massa Lubrense, e Pozzuoli, Poi la provincia di Salerno , Vietri sul mare, Pontecagnano, Fino, e nel comune di Salerno.

I casi di inquinamento temporaneo sono probabilmente causati dall’affluenza di imbarcazioni da diporto che nel weekend non affollato la baia di Nerano e il campo boe dell’area Marina Protetta di Punta Campanella.

Continua a legge dalla fonte ufficiale, Belvedere News

 

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *