Napoli, bomba d’acqua mette in crisi il sistema fognario. La risposta del Comune

Ieri mattina Napoli è stata investita da un improvviso temporale, secondo gli esperti tale fenomeno denominato cumulimenbo (bomba d’acqua), ha messo a dura prova la rete fognaria della città, causando la fuoriuscita delle fogne verso il mare.

(video Salvatore De Biase gruppo Fb Posillipini Dogc)

I social sono stati invasi da video e foto che rappresentano quanto accaduto, il mare di Posillipo si colora di marrone a causa dell’improvviso sversamento fognario.

“La squadra dell’ABc ed il servizio integrato acque e la polizia municipale si sono prontamente recate sul posto del misfatto a Posillipo.” Dichiara la delega al mare del Comune di Napoli Daniela Villani attraverso il suo profilo Facebook, ” Uno scarico durato mezzora, non si tratterebbe di scarico illecito ma di un troppo pieno ad uno snodo fognario, che presenta tali problemi da tempo immemore. Naturalmente e per fortuna nel drammaticità dell’evento, si é scongiurato il peggiore dei mali per il mare, ovvero lo scarico illecito. Resta da risolvere questa atavica problematica e le altre criticità presenti lungo la costa.” -Poi aggiunge Daniela Villani-

” Il presidente ABC D’angelo, che ho raggiunto telefonicamente, e che da appena due mesi si ritrova ad affrontare una serie di problemi complessi, mi ha assicurato che sta procedendo ad avviare una pianificazione di interventi manutentori, per una programmazione costante, puntuali e continuativa di pulizia rete fognaria, impianti di sollevamento e piu in generale del composito sistema acque.Una messa a sistema di quelli che sono i punti di livello dei troppo pieni, non più procrastinabile. In buona sostanza prendersi cura capillarmente del MARE.”

Rete fognaria obsoleta risalente all’epoca Borbonica

Si tratterebbe quindi di una problematica collegata alla rete fognaria obsoleta, infatti molti degli impianti risalgono ancora all’epoca Borbonica come si è appreso dal  presidente della Commissione Mare del Comune di Napoli prof. Francesco Vernetti 

Il problema è sempre lo stesso oramai gli impianti fognari sono obsoleti anche alla luce dei forti eventi climatici con i cumulinembo, ( bombe d’acqua ) molti degli impianti sono ancora Borbonici e per fortuna che sono stati lungimiranti , una amministrazione non può caricarsi di un rifacimento di una rete fognaria in tutta la città ,ci vorrebbero miliardi di euro e nelle condizioni finanziarie in cui versano le casse è impensabile .” Poi aggiunge Francesco Vernetti ” Da diversi anni si inseriscono rifacimenti di interi tratti al momento della progettazione di riqualificazioni stradali ( via Marina , etc.) ma non basta , il governo dovrebbe intervenire con una programmazione di interventi in tutta Italia per risolvere questo annoso problema che giorno dopo giorno si sta acutizzando , solo così potremo risolvere.”

Guasti e malfunzionamento del sistema idrico, si sono registrati lungo tutta la linea di costa del Golfo di Napoli e del litorale Flegreo

Anche a Pozzuoli come a Torre del Greco, sono decine le segnalazioni, tutte collegate alla medesima combinazione causa- effetto. Ad aggravare la situazione va anche evidenziato  che i malintenzionati, approfittano di questa situazione di emergenza per collegarsi abusivamente alle reti fognarie e sversano illecitamente liquami di ogni genere.

Attualmente sono in atto diversi interventi, ci tiene a sottolineare Francesco Vernetti, “ma ci vorranno molti anni prima che le opere completino”, poi aggiunge ” al netto di un censimento serio e capillare, di tutte le immissioni illegali che sono state una costante negli anni scorsi.”

 

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *