Morta tartaruga investita tra Capri e Punta Campanella

Ieri i soccorsi con una staffetta tra Capitaneria di Porto, Area Marina Protetta e stazione zoologia A.Dhorn. Appello dal Parco Marino ” Moderare la velocità in mare

È morta la tartarugha investita ieri da una barca nel tratto di mare tra Punta Campanella e Capri. L’esemplare di Caretta Caretta purtroppo non ce l’ha fatta, nonostante il tempestivo intervento di soccorso e l’operazione chirurgica presso la stazione zoologia A. DHORN di Portici. Aveva una bruttissima ferita alla testa, dovuta al violento impatto con un’imbarcazione.

Una delle cause maggiori di morte in estate per questi meravigliosi abitanti dei nostri mari. L’allarme era scattato ieri, grazie a Fabio De Gregorio e Fabio Ferraro che avevano notato l’animale in difficoltà in superficie nelle bocche di Capri, il tratto di mare che divide Punta Campanella da Capri. Subito sono scattati i soccorsi con una staffetta tra Capitaneria di Porto, Area Marina Protetta di Punta Campanella e stazione zoologica A.Dhorn dove la tartaruga é arrivata in condizioni disperate ieri pomeriggio. Stamattina la triste notizia della sua morte.

Il Parco Marino di Punta Campanella lancia un appello ai tanti diportisti che solcheranno il mare del Golfo in questi mesi caldi.

“Rispettate le regole, rispettate il Parco, rispettate la velocità consentita per non arrecare danno ad altre persone o animali. Le bocche di Capri nei mesi estivi si trasformano in vere e proprie autostrade del mare con mezzi che sfrecciano veloci.

Quel tratto di mare è fondamentale per il passaggio di cetacei e tartarughe che passano tra i golfi di Napoli e Salerno. Rispettiamoli e godiamoci il mare in tutta sicurezza.”

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *