Pulizia dei fondali al Circolo Canottieri, fra i rifiuti anche un motorino, i dubbi sono tanti!

Pulizia dei fondali al Circolo Canottieri: Questa mattina si è svolta una pulizia dei fondali lungo il molo del Circolo canottieri Posillipo.Diverse associazioni partecipanti e 15 sommozzatori.

All’evento hanno aderito le principali associazioni del Golfo di Napoli, rinvenuti numerosi materiali plastici, residui d’imbarcazioni e un motorio.

RISULTATI DELL’OPERAZIONE :

o.

LA STORIA A VOLTE INSEGNA, A VOLTE SDEGNA!

Nel maggio 2017 l’associazione Fondalicampania e il Gruppo Sommozzatori Sant’Erasmo, furono i promotori dell’iniziativa Mare in Mostrapatrocinata dalla delegata al mare del Comune di Napoli Daniela Villani.

Tale iniziativa prevedeva la pulizia dei fondali,  di alcune fra le aree più’ inquinate aree del Golfo di Napoli, fra queste anche il mare prospiciente la canottieri Posillipo, in località Monlosiglio.

VIDEO DELLA PULIZIA DEI FONDALI  MAGGIO 2017 AL MOLOSIGLIO :

RISULTATO DELL’OPERAZIONE :

Anche in quell’occasione furono rinvenute diverse gomme di auto, bottiglie di vetro, plastica di ogni dimensione e un motorino.

A questo punto, sorge qualche perplessità!?

Com’è possibile che a distanza di due anni siamo ancora alle prese con le stesse problematiche ? Come si può permettere che questo importante specchio di acqua, sia soggetto a cosi tanto degrado? Ma soprattutto, siamo sicuri che gli organi competenti svolgano correttamente il loro lavoro?

Negli ultimi mesi i comuni del Golfo di Napoli, si stanno adoperando per promuovere e sensibilizzare la cittadinanza in merito alla questione delle plastiche a mare, va citata l’iniziativa promossa dalla delega al are Daniela Villani, denominata Lungomare Plastic Free.

Tuttavia la strada da percorrere è ancora molto lunga.

L’anno scorso Il Comune di Napoli ha stanziato circa 250 mila euro per la pulizia dei fondali, da destinarsi ai 24 comuni appartenenti all’area metropolitana, i lavori dovevano completarsi entro il 31 ottobre 2018, a che punto sono le opere di bonifica?

Come mai a distanza di un anno, le varie amministrazioni sono costrette a rivolgersi ancora ai volontari per effettuare tali operazioni?

Dove sono finiti questi soldi?

Ci stiamo impegnando a cercare una risposta a tali quesiti, nel frattempo continuiamo in maniera volontaria ad effettuare pulizie dei fondali e delle spiagge, in collaborazione con un nutrito numero di associazioni a noi amiche.

La speranza e che presto i tanti dubbi avranno finalmente una spiegazione, non ci resta che continuare a lavorare per la salute dell’ambiente e dei nostri cari.

 

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *