World Cleanup Day Rovigliano, Anche l’associazione Salute Ambiente Vesuvio aderisce all’iniziativa

Tante sono le adesioni per il World cleanup Day di Rovigliano, il giorno 15 settembre alle ore 9:00 presso il villaggio del fanciullo a Torre annunziata, diverse associazioni del territorio hanno accolto con entusiasmo il richiamo di questa grande manifestazione, fra queste anche l’associazione Salute ambiente Vesuvio.

Da anni, ormai, nella frazione San Vito, del Comune di Ercolano, si assiste ad una grave insorgenza di malattie tumorali la cui diffusività e capillarità induce più di un sospetto circa la natura prevalentemente ambientale del loro presentarsi.

Quanto precede ha indotto un gruppo di cittadini qui residenti ad effettuare una sorta di censimento fra la popolazione nella predetta frazione, il cui numero oscilla intorno alle seimila persone. Tale censimento, condotto sulla scorta di domande concordate con specialisti della materia, ha visto interessato un campione pari a circa il 20% della popolazione residente .

Tale censimento, pur nella consapevolezza della sua significatività non esaustiva, rappresenta , comunque , un sicuro indice di conferma della gravità della situazione sanitaria sopra rappresentata. Situazione che, pur essendo ampiamente nota nella zona non sembra aver dato luogo ad alcuna significativa iniziativa dei pubblici poteri interessati e, cosa ancor più grave, non sembra suscitare un significativo allarme nella popolazione.

Eppure, oltre alla nota e risalente attività di smaltimento dei rifiuti solidi urbani, in parte anche legittima) , le cronache ricordano di manifestazioni di cittadini che tentavano di bloccare mezzi che trasportavano rifiuti e anche di frequentissimi passaggi notturni di automezzi pesanti dalla incerta provenienza ma dal certo carico!

Inoltre, anche se le discariche, legali e non , non sembrano più attive, sia pure nella massiccia quantità dei decenni passati, continua un’ attività di sversamento, sia pure “alla spicciolata” che si evidenzia in determinate zone come quella della Contrada Novella Castelluccio. Attività non meno pericolosa attesa la frequenza con cui vengono depositati anche residui di materiale edilizio con probabile presenza di amianto..

Infine, è anche noto come la Scuola Elementare A. De Curtis , che insiste nel medesimo territorio, alla Via Viola 20 abbia un altissimo numero di bambini ammalati rispetto alle percentuali normalmente riscontrabili. E ciò è dato ritenere, anche per il sicuro inquinamento elettromagnetico per la presenza di tralicci dell’alta tensione (come pure nella vicina Scuola media G. Ungaretti), del tutto inspiegabilmente non interrati). Presenza che ha, in passato, condotto, anche in questo caso , a proteste, senza risposta alcuna, della popolazione circa l’inopportunità di individuazione di tali siti per la realizzazione degli edifici in questione e pur nella certa disponibilità di altra soluzioni attesa l’ampiezza del territorio comunale.

Per tutto quanto precede, appare necessario che tutti i cittadini prendano coscienza dei gravi rischi sopra indicati e si attivino per aumentare tali conoscenza fra un numero sempre maggiore di persone.

Il gruppo si impegna anche per tutelare i Beni Comuni come l’acqua e per sensibilizzare su nuove forme di malattie come l’Azzardopatia (malattia del gioco d’azzardo)

Seguici su Facebook, clicca qui

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *