venerdì 4 agosto 2017

L’ONU DICHIARA LA GUERRA ALLA MICRO PLASTICA


600 specie a rischio, di cui il 15% già in via di estinzione.

8 tonnellate di rifiuti l’anno riversate in mare.

200 milioni al giorno sono solo i mozziconi di sigarette.

Microplastiche e microsfere si ritrovano ormai negli apparati digerenti di tutti i tipi di pescato che arriva sulle nostre tavole.

Il MOSTRO della plastica continua ad alimentarsi ed a crescere giorno dopo giorno a causa del ben 32% del materiale che sfugge ai sistemi di raccolta e viene abbandonata in natura

Si calcola che entro il 2050, nei mari di tutto il mondo ci saranno più rifiuti che pesci col pronostico dell’aumento del 400% dello sversamento di rifiuti in mare nei prossimi 30 anni.

Con l’80% della produzione di ossigeno globale e la sua capacità di assorbire un terzo dell’anidride carbonica dell’atmosfera, il mare, denominato ormai IL POLMONE BLU DELLA TERRA, chiede aiuto a tutti noi.

CleanSeas è la campagna di pulizia e sensibilizzazione lanciata dall’ Unep (il programma ambientale dell’Onu) che dichiara guerra alla plastica, con l’obiettivo di eliminare entro il 2022 le principali fonti di inquinamento marino.

“Tutti noi abbiamo il potere di fare qualcosa per ridurre la quantità di plastica che utilizziamo ogni giorno” (cit.)


….granchietto N°3.