giovedì 17 novembre 2016

Le favole di Fondalicampania: Un uomo grosso al mare

Due pesci osservano un uomo che nuota, lentamente e a fatica, nella zona della litoranea di Torre del Greco. Lo vedono in difficoltà. Nuota nel cosiddetto “stile libero”, ma lo “stile” è molto discutibile: le braccia si muovono come se non ce la facessero ad uscire dall’acqua e a restare sospese il tempo occorrente ad effettuare le bracciate; i piedi sono immobili e neanche si preoccupano di simulare il moto dell’elica; l’ addome, che è molto “voluminoso”, sembra la causa per il malcapitato nuotatore del suo prossimo inabissamento….


“Mamma mia, guarda a chillo comm’è gruosso!”, dice uno dei pesci.
“No”, gli risponde l’altro, “chillo nun è gruosso, è grasso!”

Morale. Gli uomini, quando sono “grandi”, sono solo “grassi”, non “grossi”. Per gli uomini, la “grandezza”, è solo un dato fisico, non morale.