mercoledì 6 luglio 2016

Portici, i pescatori chiedono una revoca sulle norme della UE

I pescatori del Golfo di Napoli sono stanchi di fare lunghe ore di navigazione per svolgere la loro professione in linea con le norme europee e chiedono una deroga alla norma del 2006, ma per capire bene come  è maturata la faccenda, bisogna incominciare  dal principio, per questo motivo abbiamo accolto la richiesta dell'attivista Alessandro Caramiello il quale si è offerto di spiegarci bene situazione concedendoci un'intervista.
Il motivo di cotanta agitazione è da attribuirsi ad una norma della UE risalente al 2006, per cui si stabilisce che la distanza minima per l'utilizzo delle sciabiche da natante non puo essere inferiore alle 1,5 miglia.Come spiega Caramiello, la norma puo subire delle modifiche in relazione alle diverse condizioni dei fondali marini.Secondo fonti ufficiali 4 Regioni Italiane chiesero una deroga nei tempi stabiliti dalla legge e ad oggi pescano a 0'75 miglia nautiche.
I Pescatori di Portici "" riferisce Alessandro Caramiello " sono una categoria di lavoratori che va sostenuta perche rappresentano un punto di riferimento per l economia campana, purtroppo molti di loro sono costretti ad allontanarsi dal Golfo, avvolte affrontando viaggi pericolosi per raggiungere luoghi adatti a svolgere le loro attivita di pesca". come sostiene Caramiello " il senatore Sergi Puglia, ha avuto diversi incontri con la Regione Campania, ad ora non ci rono rilevanti riscontri da segnalare ma promette Caramiello "l'impegno da parte nostra non si fermerà al primo ostacolo, lavoriamo al fianco dei lavoratori al fine di piegare la legge europea verso una sana conciliazione con le esigenze dei pescatori del Golfo".
Oltre questo , continua Caramiello :" i pescatori del Granatello di Portici chiedono  il ripristino delle colonnine (acqua elettricità), ripristino delle bitte di attracco e si richiede anche un dragaggio dei fondali portuali per favorire le manovre di attracco dei pescherecci.
Noi di Fondalicampania siamo sempre attenti alle richieste dei Nostri lettori e ci schieramo dalla parte di chi si ritrova in linea con gli scopi della nostra associazione , pertanto monitoneremo la situazione e vi terremo aggiornati, continuate a inviare le vostre segnalazioni al seguente indirizzo: fondalicampania@gmail.com

Seguici sulla nostra pagina ufficiale di facebook