mercoledì 27 luglio 2016

Le vacanze diventano Hi – tech! – A cura di Anna Cozzolino –

La passione per internet e tutto il suo mondo viene con voi in vacanza! 
Le spiagge e -in generale- le vacanze stanno diventando sempre più hi-tech. Troviamo app semplici e rapidissime per affittare barche di tutti i tipi in più di 90 porti italiani, sistemi per ordinare raffinati menù e farceli consegnare direttamente sotto l'ombrellone, librerie digitali che con semplice QR applicato al palo dell'ombrellone permettono di leggere libri e quotidiani di ogni tipo, online travel agency al mondo dedicate al diving e allo snorkeling, ombrelloni che si aprono e si chiudono da soli, la sdraio posizionata proprio là dove i raggi solari arrivano diretti, e abbronzarsi diventa un piacere. Il tutto grazie allo smartphone! E poi, chi l’ha detto che oziare sulla sabbia non voglia dire continuare ad essere connessi? . Nasce anche da queste considerazioni, “Sun Next”, in programma alla Fiera di Rimini, dal 13 al 15 ottobre prossimi, organizzata da Mondo Balneare, primo portale di informazione e servizi per il settore balneare, e da Cna Emilia-Romagna. 
Andando a sbirciare in anteprima tra le start up candidabili, le sorprese non mancano!

Da questo ombrellone non mi muovo! Tanto c’è “GetEat”, un sistema per ordinare il menu in spiaggia, direttamente dal proprio smartphone o dal tablet. La pigrizia da spiaggia 2.0, frutto della start up “Smart Beach”, non finisce qui. Sotto l’ombrellone è stata posizionata una uscita Usb per poter caricare il cellulare. Ma il pezzo forte è l’ombrellone che si apre e si chiude da solo. “L’apertura dell’ombrellone, oltre a essere automatizzata grazie a una scheda programmabile, può aprire e chiudere gli ombrelloni ad un determinato orario e gestisce automaticamente il processo in caso di pioggia o troppo vento”, spiega Traini, fondatore dell’App “Smart Beach” pronto ad “esportare” Smart Beach dalla sua San Benedetto del Tronto, nelle Marche, a Jesolo, in Veneto, dove, più di duemila “pezzi” di Smart Beach saranno a disposizione dei bagnanti nel 2017 per la prossima stagione estiva. 
Amate leggere la Gazzetta dello Sport, proprio lì, sotto l’ombrellone? Niente paura, anch’esso è disponibile su smartphone e tablet. Come tutti i giornali del Gruppo Rcs, partner della Start up “QuiBee”, fondata dal torinese Luca Bona, il quale ha creato la prima libreria digitale da spiaggia. 
I numeri contano anche in vacanza. “Il nostro fiore all’occhiello? Possiamo aprire e chiudere centottanta ombrelloni in 37 secondi”. Quella raccontata da Filippo Borioni non è una prova di forza, ma il risultato di una app, “Bagni 77”, dal titolo dello stabilimento balneare gestito da undici anni dal 35enne Filippo.  L’app funziona per tutto: dalla prenotazione dei campi di gioco a quella dei lettini e degli ombrelloni. E poi si tira tardi in spiaggia, consumando il meno possibile: perché qui, a Fano, in provincia di Ascoli Piceno, raccontano di essere stati i primi a dotarsi di un sistema di chiusura dell’ombrellone ad energia solare. E con lo stesso sistema è stato possibile realizzare il primo caricabatteria da lettino ad energia solare. 
L’anno prossimo quindi, non disperate! Resterete attaccati al vostro smartphone anche durante la tintarella anche se, personalmente, una bella passeggiata in riva al mare oppure la soddisfazione di reggere un libro tra le mani non me la farei mai mancare!

a cura di Anna Cozzolino
Seguici su facebook, clicca qui