lunedì 25 luglio 2016

La saga dei Saraghi: Il momento dell’addio di Giuseppe VOLPE


Ora che le correnti marine si sono placate, così come… le mire dei pescatori, i saraghi “stranieri” possono ritornare ai loro “lidi”. E’ il momento dell’addio.

“Ammazza, aò, mi dispiace di non vederti più…”

“Mannaja, dispiace pure a mia…”

Guagliù, sapite ca ve rico? Me stanno venenno ‘e lacrime rint’ all’uocchie…”


Morale. I migliori amici sono quelli con cui abbiamo fatto delle belle litigate.