sabato 16 luglio 2016

Campania, stop alle concessioni garantite per mille lidi, circa 20mila posti di lavoro a rischio!

Come previsto dalle associazioni di categoria la sentenza della corte europea non si è fatta attendere, "niente più proroghe e addio alle concessioni garantite", ma il presidente del Sindacato Italiano balneari, Riccardo Borgo, rassicura che " anche in presenza di una sentenza negativa della corte UE è automatica la continuità delle attuali concessioni sulla proroga dei titoli al 31 dicembre 2020".
Mille lidi da Baia ad Acciaroli, sono con il fiato sospeso, circa 20 milza posti di lavoro,investimenti fatti, la paura di uno stop serpeggia fra i titolari degli stabilimenti balneari dell'intera costa Campana.

Malgrado tutto non è il caso di alimentare spirali di panico, L orientamento della UE era ormai chiaro da mesi e il Sindacato Italiano balneari , aveva già considerato le giuste contromisure a difesa della categoria, la linea proposta al governo è quella di continuare con le proroghe dentro un regime transitorio, in attesa che la situazione si stabilizzi a favore del libero mercato e della sana concorrenza, fra i vecchi gestori e i nuovi imprenditori che vorrebbero entrare nel business degli stabilimenti balneari.
 in attesa che si attui un nuovo percorso normativi a garanzia di entrambi i profili commerciali, non ci resta che attendere ulteriori sviluppi.

Rimane scontato che il settore balneare rappresenta un elemento fondamentale per il turismo locale, quindi l'attenzione in merito deve essere prioritaria, le associazioni di categoria e la politica Nazionale devono trovare il giusto compromesso nel più breve tempo possibile per garantire continuità a quei lavoratori che occupano il settore ormai da diversi anni.