mercoledì 25 maggio 2016

Mare contaminato: stop ai tuffi al litorale di Lucrino! – A cura di Anna Cozzolino-



Lungo il litorale di Lucrino, tra Pozzuoli e Bacoli, l’Arpac ha trovato valori eccessivi di escherichia coli e enterococchi intestinali, prodotti dagli scarichi fognari con valori oltre il doppio consentito dalla legge. Una vera e propria emergenza ambientale che ha costretto il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia ad emanare una ordinanza urgente con il divieto assoluto di balneazione.
Ma i gestori dei quattro stabilimenti balneari chiedono con urgenza «nuove controanalisi e l’apertura di una indagine» per capire come mai in quel tratto di litorale, che dal 2010 segna valori ritenuti «eccellenti», all’improvviso abbia centuplicato la quantità degli scarichi fecali, passando da un massimo di 10/100ml addirittura a 1184/100 ml.
Si teme l’immissione direttamente in mare di tonnellate di liquami provenienti da allacci fognari abusivi: dal Comune non escludono questa ipotesi, anche se sotto osservazione è finita anche la corrente del Golfo, che la scorsa settimana potrebbe aver risentito del maltempo con la concentrazione in quel tratto di litorale dei residui di scarichi fognari provenienti da Napoli o dall’effluente del Depuratore di Cuma
«Sono incredulo! Ho dato mandato ai nostri uffici comunali di verificare se in zona ci siano stati incidenti che hanno colpito le condotte fognarie e se ci siano stati immissioni illegali. I risultati li conosceremo nei prossimi giorni» – ha dichiarato il sindaco Vincenzo Figliolia –