mercoledì 20 aprile 2016

ATTREZZATURE cap.2 - Un po' di tecnologia -

Apriamo i borsoni da mare e sfoderiamo un po' di elettronica per informare i nostri lettori sullo stato di aggiornamento degli operatori di www.fondalicampania.com 

In primis, le fotocamere. 
Le action cam sono prerogative del nostro Presidente: è lui che annualente aggiorna il pacchetto GoPro con nuovi  apparecchi, accessori e firmware. Se non erro, dalla HERO2 alla HERO4 non ne manca nessuna. Soddisfattissimo delle loro capacità e dell'infinità di accessori utili, disponibili in tutti gli store dedicati, la sua dichiarazione è stata “...non le cambierei con nessuna altra marca, soprattutto da quando, utilizzando la tecnologia WiFi, ho la possibilità di elaborare ed immettere in rete anteprime dei nostri video già appena risaliti in spiaggia!”.


Io invece, che ho questa passione da molto più tempo (epoca delle prime KODAK a rullino capaci di non implodere a mare), posso dire di averne provate parecchie:

  • OREGON ATC dalla prima in WMA all'ultimo modello ATC9K in HD; malgrado le recensioni lette in giro, posso dire di essermi trovato benissimo per video in ogni condizione di luce. Per le foto, beh, lì devi essere bravo, soprattutto senza accessori dedicati.
  • Le MASCHERE CON VIDEOCAMERA (tipo LIQUID IMAGE per capirci) possono sembrare comode anche per la qualità “mani libere”, ma in realtà ho verificato nel tempo che posizionare una cam sulla testa sia la peggiore soluzioni in assoluto: prima di tutto perché in acqua, soprattutto nello snorkeling, è veramente difficile gestire un'estensione del cranio (sempre fuori dal pelo dell'acqua; urti continui nell'affacciarsi tra gli scoglio). Poi, proprio la testa, è la parte del corpo meno ferma in acqua, soprattutto con il cono di visibilità ridotto fornito dalla maschera. Risultato video quando torni a casa? Se non smetti di guardare i tuoi lavori dopo pochi secondi, rischi di vomitare!
  • GARMIN VIRB forse è stata quella con miglior qualità video tra le action in mio possesso, purtroppo però non posso dirne molto: la scocca subacquea  ha resistito veramente poco (sarò stato sfortunato) per cui l'ho affogata dopo pochi tuffi, in meno di 10 mt. Ed assistenza nulla.

Non avendo ancora avuto il coraggio per rinchiudere una reflex in un CASE specifico
(ed anche i fondi visto che il secondo costa più della prima), al momento ho tra le mani una SEALIFE DC 1400 HD completa di bracci estendibili, un illuminatore Dragon 2000 Light, un DRAGON Digital Flash ed un SEALIFE Obbiettivo Grandangolare Fisheye.
Sicuramente altro livello di risultati fotografici rispetto alle action cam, ma malgrado automatica, dopo un anno, ho ancora tanto da imparare. 

 Aggiungo alla lista che con le offerte natalizie mi son regalato un nuovo computerino da polso: MARES SMART DIVE . Oltre che per le immersioni in ARA, l'esigenza del controllo preciso delle temperature durante lo studio del “Benthos” con fondalicampania e la gestione dei tuffi di allenamento in apnea, mi hanno costretto alla spesa. Non vedo l'ora di provarlo! 

Per le foto e riprese in esterno utilizziamo due fotocamere tipo bridge: una SONY DSC-H 400 ed una MINOLTA DIMAGE Z. A casa poi ci aspetta l'ultima donazione da parte del nostro miglior sponsor DDS: un IMAC 21.5 che con la sua doppia scheda grafica e un super processore è divenuto il nostro più grande collaboratore grafico, riducendo al minimo i tempi di rendering per la preparazione dei video da postare.
Si, possiamo dirlo, fondalicampania possiede un hardware niente male!
A presto!


...granchietto N°3.