martedì 23 febbraio 2016

Noemi, come la figlia del pescatore che l'ha recuperata, finalmente rimessa in libertà

Noemi è il nome dell’ultima tartaruga rimessa in libertà dal team di Projetto MARE, nel mese di febbraio 2016,  l’iniziativa partorita 9 anni fa, ha in atto un programma di tutela delle tartarughe marine e interessa l’aria marina protetta di Punta Campanella in penisola sorrentina.
Gli animali messi in libertà sono quelli catturati accidentalmente dalle reti dei pescatori.
In 9 anni di attività sono stati liberati circa 130 esemplari, con un tasso di mortalità inferiore al 10 per cento, come racconta “Domenico” , principale protagonista del progetto.

Domenico , dichiara che “ la mortalità delle tartarughe catturate nelle trowling nets - reti a strascico, è del 20 per cento, quindi il nostro impegno riduce sensibilmente il tasso di mortalità”- poi aggiunge- “ recuperiamo tartarughe sopratutto nel periodo invernale, perché d’inverno questi animali sono solitamente in riposo sul fondo del mare”.
I collaboratori di Progetto MARE nell’ultima settimana ne hanno recuperate 6 e ci assicurano che per fortuna stanno tutte bene.
Il presidente di Progetto MARE ci tiene a ringraziare la stazione zoologica di Napoli che offre spesso  il fianco al Progetto.
L’ultima tartaruga salvata pochi giorni fa si chiama Noemi, come il nome della figlia del pescatore che l’ha recuperata.
Domenico , aggiunge con enfasi che “ le emozioni che questi animali suscitano sulle persone sono indescrivibili, sopratutto per i bambini, queste esperienze permettono di fare un’ottimo lavoro promozionale in merito alla tutela dell’ambiente marino”.