martedì 19 gennaio 2016

C'è acqua salata su Marte". Non so come spiegarlo a mia nonna.

Il pianeta Terra è coperto per il 70 per cento di acqua, essa costituisce la principale fonte di vita per tutte le specie viventi, sia le piante che gli animali si nutrono di questo liquido prezioso.
Ma cosa è l'acqua e perché risulta essere fondamentale per la sopravvivenza della specie?

Bene, prima di rispondere a queste domande, vorrei porre l'attenzione su una problematica che da qualche millennio preoccupa gli scienziati e gli intellettuali di tutto il mondo, ma affrontiamo la questione partendo dal principio. La Terra è invasa da alcuni "esseri animati" la cui provenienza rimane tuttora ancora ignota, alcuni asseriscono che sia stata l'opera di Dio, altri invece credono che sia il frutto di un processo evolutivo cominciato milioni di anni fa. Malgrado la "disputa ideologica" fra le varie scuole di pensiero sia piuttosto accesa, tutti convergono nell'idea che questi "esseri" siano gli animali più intelligenti del pianeta. Resta tuttora da capire come mai questi "esseri super intelligenti" , possano investire milioni di dollari l'anno, per andare a cercare l'acqua su Marte, mentre il pianeta Terra è già ricco di questo elemento.Perché non si investono altrettante risorse per intraprendere politiche economiche e sociali, mirate a preservare questo" bene tanto prezioso"? 
Quindi, prima di rispondere alla domanda che cos'è  l'acqua, bisognerebbe chiedersi: cos'è l'uomo?.
Non sappiamo se  trovata la risposta al "quesito dei quesiti", tutte le altre risulteranno semplici, ma sicuramente riuscirò a spiegare a mia nonna come mai si debba sgobbare una vita intera, per vedere i nostri figli , nipoti  e fratelli morire di sete, quando potremmo investire i nostri risparmi per portare l'acqua li dove scarseggia.
Il rispetto per l'ambiente non può prescindere da una politica economica globale, orientata all'ottimizzazione delle risorse planetarie, non avremmo mai un futuro florido senza un chiaro accordo sulla gestione e ricerca delle risorse idriche ed energetiche.Purtroppo ad oggi le missioni spaziali sono finanziate per il 65 % da finanziamenti pubblici (tasse dei contribuenti), i nostri risparmi potrebbero essere impiegati per garantire uno stile di vita dignitoso per tutti, invece di andare a cercare cubetti di ghiaccio su Marte.
O forse non ho mai assaggiato un Negroni con ghiaccio Marziano, voi che dite?

a cura di Davide