martedì 10 novembre 2015

In acqua si, ma mai a stomaco pieno! A cura di Maria Chiaravalle

Il mare è un’ottima fonte di benessere per il nostro organismo e specialmente quando le temperature sono più elevate non c’è cosa più piacevole che concedersi una sana nuotata, ma attenzione non sempre il momento è opportuno  ed è importante assumere un comportamento prudente per evitare il rischio di una congestione.
Da quando eravamo bambini non hanno fatto altro che ripeterci di non fare il bagno subito dopo mangiato ed effettivamente il pericolo non è da sottovalutare.

Perché dobbiamo aspettare ore prima di immergerci? Cos’è una congestione e quali sono i sintomi? 
La congestione è un vero e proprio blocco della digestione determinato da uno sbalzo termico e che si manifesta solitamente con nausea, vomito, sudorazione profusa, dolori addominali, capogiro, fino alla perdita dei sensi.
E’ chiaro che questa eventualità si verifica a stomaco pieno oppure dopo aver bevuto bevande fredde, immergendosi in acqua senza aspettare il tempo necessario perché la digestione sia stata completata. 
Durante la digestione l’afflusso di sangue allo stomaco aumenta, per cui il passaggio di temperatura dal caldo esterno al quale siamo esposti in spiaggia e il freddo dell’acqua, determina un’alterazione circolatoria con conseguente blocco della digestione. Per compensare lo squilibrio termico che si viene a creare, infatti, si innesca un meccanismo di vasocostrizione con il quale il sangue defluisce velocemente dall’apparato gastrointestinale affinché la temperatura corporea sia mantenuta costante.
Cosa fare in caso di congestione?
Per prima cosa è necessario asciugare e coprire la persona facendola distendere con le gambe sollevate al fine di favorire il ritorno venoso e qualora si verifichi una perdita di coscienza allertare immediatamente il 118.
Ma sappiamo bene che prevenire è meglio che curare e bastano poche semplici regole per scongiurare ogni pericolo: prima di tutto è consigliabile mangiare cibi leggeri e facilmente digeribili come frutta e verdura, preferire i carboidrati alle proteine  ed evitare bevande gassate o troppo fredde, ma soprattutto cerchiamo di non avere fretta e aspettiamo il tempo giusto, in fondo al mare si va anche per rilassarsi…. dunque se abbiamo mangiato rassegniamoci, come dicevano le nostre mamme, è necessario aspettare tre ore prima di fare il bagno!

a cura di Mariarosaria Chiaravalle

Seguici su Facebook clicca qui