martedì 8 settembre 2015

Gli Alieni tra Capo Miseno e Punta Campanella succhiano il grasso ai nostri Saraghi.

 Noi di fondalicampania avevamo già letto di “Loro” quando nel 2014 è partito il progetto di studio biennale dedicato del comune di Favignana nelle Isole Egadi.
Avvistati ed abbondantemente fotografati, non hanno occhi enormi, né sembianze anfibie ma il loro colore è VERDE come i marziani dei racconti e film di fantascienza.
 La Caulerpa cylindracea è un'alga altamente invasiva definita “ALIENA” perché non originaria dei nostri mari bensì australiana, giunta nel Mediterraneo anni fa probabilmente attaccata agli scafi delle grosse navi che seguono tratte internazionali.


Ettari ed ettari dei nostri fondali sono ormai ricoperti da questa vegetazione che pare sia divenuta una degli alimenti più graditi dai Saraghi nostrani. Il termine “gradita”, non è mai stato tanto azzeccato: la sensazione di soddisfazione nel mangiarla, da parte dei nostri Sparidi, è “qualcosa di paragonabile lontanamente ad un fenomeno di tossicodipendenza”, spiega Antonio Terlizzi, professore di zoologia  dell'università del Salento (Il Fatto Quotidiano).
Questa variazione di alimentazione del sarago crea un accumulo dei composti dell'alga nei tessuti del pesce abbattendone drasticamente il contenuto di acidi grassi, per
intenderci, i famosissimi OMEGA3: risultato? Il Sarago è più magro e più in forma ma, purtroppo, non più adatto ad essere il Re della nostra cucina campana, dato che le sue carni, dopo cotte, risultano secche e “stoppose”. Il suo valore di mercato si è più che dimezzato ed i ristoranti non ne comprano più con le conseguenti ripercussioni denunciate da Federpesca Campania ed il Consorzio Pescato Campano.
Una nota positiva però forse c'è : gli studi iniziati su questa problematica aprono le porte alla possibilità che le proprietà dimagranti dell'ALIENO possano a breve essere utilizzate nel settore farmaceutico allo scopo di combattere il colesterolo che affligge NOI ESSERI UMANI.


a cura di ...granchietto N°3.
Seguici su facebook clicca Qui
Se hai voglia di sostenere il nostro impegno con un contributo simbolico clicca su Donazione