martedì 2 giugno 2015

Portici:battuta d'arresto per il cantiere del waterfront, immediata la reazione dei cittadini

Al grido di: “Il mare e la costa è tutta roba nostra”, così si esprime la rabbia di un gruppo cittadini Porticesi, i quali sono costretti, per motivi di sicurezza, a stare lontani dalle spiagge durante i lavori di ripristino delle aree costiere della città.
Come se non bastasse il malcontento popolare, arriva a tempi di record la prima battuta d'arresto per il cantiere del waterfront, secondo l'Ufficio Tecnico Comunale mancano le autorizzazioni definitive, infatti i vigili sono piombati sul cantiere per sospendere i lavori cominciati soltanto 10 giorni fa.

Cala lo sconcerto fra gli operai e i responsabili della ditta esecutrice dei lavori, i quali dichiarano:”Prima ci mettono fretta, poi bloccano i lavori”.

Intanto avanzano perplessità in merito ai tempi realizzazione delle opere, situazione che metterebbe a serio rischio il rispetto della tabella di marcia imposta dalla UE per non perdere i finanziamenti.

Il sindaco ha annunciato una conferenza stampa nei prossimi giorni, non ci resta che attendere risvolti e sperare che questa complicata faccenda si risolva nel più breve tempo possibile.