venerdì 19 giugno 2015

Cos'è L 'ARPAC e quali sono le quattro classi di balneabilità delle acque

Finalmente estate, il caldo ci soffoca e la settimana di lavoro è stata davvero stressante? È giunta l'ora  di sollazzarci fra le chiare onde del mediterraneo, ci meritiamo le giuste ore di riposo e relax in riva al mare.
Purtroppo non tutte le aree marine della nostra Campania sono balneabili quindi prima di immergervi, consigliamo di consultare il sito dell'ARPAC; come dite? Non sapete cos'è l'ARPAC e quali sono i loro criteri di valutazione ?


Allora cominciamo dal principio:
L'ARPAC è l'acronimo di Agenzia Regionale Protezione Ambiente Campania, essa è preposta all'esercizio di funzioni tecniche per la prevenzione collettiva e per i controlli ambientali, in merito alle questioni legate all'analisi delle acque marine, l'agenzia annualmente effettua prelievi su tutto il territorio regionale,  con cadenza mensile a cominciare dal 1 aprile fino al 30 settembre.
Le analisi di balneazione vengono effettuate su due parametri, la conta degli Enterococchi fecali e Escherichia Colli, batteri responsabili di infezioni intestinali. In base a queste analisi le acque di balneazione vengono classificate secondo quattro livelli di balneabilità, in "scarsa" , "sufficiente", "buona", "eccellente". La categoria "sufficiente" è la base minima per la balneabilità, se un'area marina viene invece classificata come "scarsa", sarà soggetta a divieto di balneazione per 5 anni.
In Campania circa 85% della costa analizzata risulta balneabile, fatta esclusione delle aree nei pressi dei principali porti. Per ulteriori informazioni inerenti la balneabilità è consigliabile consultare il sito www.arpacampania.it li troverete l'elenco di balneabilità sempre aggiornato.
Buon bagno a tutti
Seguici su facebook clicca Qui