venerdì 7 febbraio 2014

LA VEGETAZIONE MARINA, ALGHE E POSEIDONIA

Le alghe dal latino Algae, sono un gruppo vasto e diversificato di organismi autotrofi semplici, la maggir parte di esse sono fotosintetici come le loro "cugine terrestri, le piante".
Le alghe presentano una vasta gamma di strategie riproduttive, dal più semplice, la divisione cellulare asessuata a forme complesse di riproduzione sessuale.
La morfologia è varia si passa da organismi monocellulari a pluricellulari.
Le alghe monocellulari,Sono costituite da un'unica cellula, completamente autosufficiente. Fanno parte del fitoplancton, hanno quindi un ruolo basilare come produttori nelle catene alimentari, da cui dipende la vita degli animali acquatici. Inoltre riforniscono il mare di grandi quantità di ossigeno.
Le Plulicellulari,Sono caratterizzate da forme particolari e da colori diversi dovuti ai pigmenti accessori, grazie ai quali utilizzano tutto lo spettro della luce.


Queste si possono dividere in tre sottocategorie:
 La prima rappresenta l'insieme di alghe che generalmente cresce a basse profondità, sono di colore verde ed assorbono una grande quantità di luce.
A maggiore profondità (attorno agli 8 metri circa), si trovano le alghe brune, che assorbono i raggi blu-verdi(piu penetranti).       
Ancora piu in basso troviamo le Alghe rosse, queste piante sono ragiunte piu difficilmente dai raggi dal sole, (dagli 8 metri in giu).
Le alghe non hanno bisogno di radici, né di vasi conduttori, perché vivono immerse nell'acqua, per questo ogni cellula può assorbire per conto proprio, tutto il nutrimento di cui ha bisogno.
Le alghe rappresentano nell’ambiente acquatico quello che le piante rappresentano in ambito terrestre e sarebbe quindi difficile immaginare dei fondali marini privi di questa vegetazione.
Ora entriamo nel dettagio, andiamo qiundi ad osservare piu da vicino queste piante marine.


Una delle alghe che più rappresenta la flora marina dei nostri "Fondalicampani" è la Poseidonia,questa ha una grande importanza per il fatto che costituisce e mantiene un ecosistema particolarmente ricco di vita, in grado inoltre di esportare risorse anche negli ecosistemi limitrofi. E' da sottolineare ad onor del vero, che la Poseidonia, malgrado sia considerata un' alga, in realtà, è una pianta, tuttavia non potevamo evitare di parlarne, in quanto otre a essere fonte di sostentamento, rappresenta anche un ottimo riparo per i pesci, infatti si cosiglia di osservare bene nel fitto fogliame, potremmo scorgere delle piacevoli sorprese.

  Durante l’autunno, le foglie di Poseidonia cadono e vanno a formare un detrito organico che viene riciclato fornendo un’ulteriore fonte di nutrimento per vari organismi.



La nostra ricerca fra le piante marine non è ancora finita, infatti a pochi metri di profondità (dai 2 metri ai 6 di profondità), possiamo osservare le ALGHE VERDI,le Chlorophyta (Clorofite),si pensa che da esse siano evolute le piante superiori, anche queste piante sono fonte di sostentamento per numerosi organismi come spugne, briozoi, piccoli pesci ecc.


Scendendo un po piu giu (dai 6 a 8 metri circa), troveremo le ALGHE BRUNE (Phaeophyceae), Esse sono organismi complessi da un punto di vista anatomico e morfologico, sempre pluricellulari, preferiscono acque fredde e ben ossigenate.
 Comprendono circa 250 generi per un totale di oltre 1500 specie.Alcune specie raggiungono dimensioni ragguardevoli e possono diventare l'elemento più cospicuo del loro habitat, possono raggrupparsi per formare una sorta di tappeto o cuscino di alghe.
Vista la grande varietà di ALGHE BRUNE, ci fermiamo qui nella descrizione, altrimenti  dovemmo soffermarci troppo con il rischio di "stancare" il lettore,in un prossimo articolo magari, tratteremo più dettagliatamente l'argomento.

In fine abbiamo le ALGHE ROSSE, l'habitat di queste alghe è caratterizzato dalla scarsa presenza di luce solare, da qui la tipica colorazione rossa.
In particolare possiedono un pigmento, la ficoeritrina che dona loro la particolare colorazione rossa.
I cicli vitali della maggior parte delle alghe rosse sono estremamente complessi e comportano un’alternanza di generazioni. In generale le alghe rosse hanno una riproduzione asessuata liberando nell’acqua spore.
Vista la grande varietà di specie vegetale, riteniamo sia difficoltoso trattare l'intero argomento in un unico articolo, per cui per ora, ci occontentiamo di aver fatto una panoramica generale, riservandoci di ritornare sulla questione nei prossimi post.